Il COME vale fino a 8 VOLTE il COSA.

Ovvero: SE VUOI PROVARE TRASGRESSIVE ESPERIENZE SESSUALI NEI BAGNI DEI RISTORANTI DEVI ASSOLUTAMENTE LEGGERE QUESTO POST.

Se hai cominciato a leggere questo post perché vuoi concretizzare la promessa insita nel sottotitolo, ti garantisco che non rimarrai deluso. 

Sei pronto?

Vamos! 

Martedì scorso durante una Playformance mi sono reso conto ancora una volta, ancora di più, di quanto la conoscenza dell’argomento sia indispensabile per comunicare in modo efficace.

Le Playformance sono degli incontri riservati a chi ha frequentato Percorso Protagonista. Una volta ogni due settimane ci becchiamo su zoom e ci alleniamo a comunicare, forti delle tecniche imparate durante le tre giornate live del percorso.

Uno dei mantra grazie ai quali sia io che Lele smerigliamo tanto delicatamente quanto sapientemente i testicoli di chi partecipa a Percorso Protagonista si riassume in questa frase:

“IL COME VALE FINO A OTTO VOLTE IL COSA”

Ovvero…

il modo nel quale comunichi (IL COME) è in grado di potenziare fino a otto volte quello che stai comunicando (IL COSA).

Fermo restando che questa citazione del big boss è sacrosanta, oggi voglio tralasciare il “come” a favore del “cosa”.

Questo perché mi rendo conto che se in molte occasioni il problema che compromette l’efficacia della comunicazione è il “come”… in altre occasioni l’elemento penalizzante è il “cosa”.

Il “cosa” è l’argomento del quale parli quando comunichi.

Più sei padrone dell’argomento… più le probabilità di sentirti a tuo agio mentre comunichi aumentano.

Più sei padrone dell’argomento… più aumentano le probabilità di “arrivare” forte e chiaro al tuo interlocutore/ai tuoi interlocutori.

Non solo…

conoscere molto bene un argomento ti permette di “cavartela in ogni situazione”.

Presta attenzione perché questa cosa è molto interessante e per raccontarti bene il meccanismo ti racconto della Playformance di martedì.

Per l’occasione c’erano cinque tematiche:

-se stessi

-successo

-sport

-soldi

-società

Con la stessa naturalezza che contraddistingue una serata tra amici, durante la Playformance, abbiamo affrontato queste tematiche interrogandoci a vicenda su di esse e ogni Protagonista, comunicando in modo efficace, doveva dire la sua.

Per prepararmi su queste tematiche, qualche ora prima della Playformance, mi sono interrogato su di esse e mentre lo facevo mi sono reso conto di una cosa che mi ha impressionato.

Grazie alla conoscenza di un singolo argomento e ad un’idea molto precisa e definita riguardo ad esso si possono affrontare più tematiche in modo efficace.

Faccio prima a farti un esempio:

-SE STESSI: Ale mi racconti chi sei?

Solitamente di fronte ad una domanda del genere gli scenari sono due. 

O l’interpellato fa scena muta oppure attacca con un pippone che non finisce più.

Per evitare entrambi questi scenari comincio a parlarti di me con una frase:

“La libertà di espressione è il presupposto fondamentale affinché la diversità diventi un vero valore aggiunto”

Trovo che esprimere pienamente e liberamente se stessi sia importante per due motivi.

Primo perché penso che la felicità di un individuo sia strettamente correlata alla sua capacità di manifestare la sua identità e affinché questo avvenga mettersi nella condizione di esprimersi liberamente è fondamentale. 

Secondo perché credo fermamente che la società possa migliorare anche grazie alla diversità espressa da ogni individuo e a quella sinergia tra le diversità che può produrre un incredibile valore.

Ovviamente tutto questo ha un senso nel momento in cui la libertà di espressione porta alla migliore versione dell’individuo.

Perciò alla domanda “Ale chi sei?

La migliore risposta che ti posso dare è:

sono Alessandro, una persona alla quale piace esprimere liberamente la migliore versione di se stesso attraverso chi è e attraverso quello che fa.

-SUCCESSO: Ale cos’è per te il successo?

Ho cominciato ad avere una mia idea riguardo alla parola successo quando avevo 19 anni.

A quei tempi facevo l’obiettore di coscienza nel mio comune di residenza e in virtù di questo conobbi Pasquale, lo spazzino comunale, UN GRANDE. 

Un grande perché nonostante un lavoro che potremmo definire umile, Pasquale era una persona di successo. 

Glielo potevi leggere negli occhi. 

Molte volte mi è capitato di incontrarlo in giro per le strade di Correzzana che osservava il lavoro che aveva da poco ultimato; aveva sempre un’aria soddisfatta e compiaciuta perché per  lui fare lo spazzino comunale non era un lavoro, era una missione. 

Quando c’era Pasquale gli spazi comunali verdi e non, erano sempre impeccabili. 

Quando c’era Pasquale andare in discarica era un’esperienza surreale visto l’ordine a la pulizia totalmente “senza senso” per un posto come una discarica. 

Quando c’era Pasquale il comune di Correzzana era un posto migliore.

In più di una occasione mi trovai a parlare con Pasquale e tutte le volte fu evidente come, per lui, fosse indispensabile lasciare la sua impronta in quello che faceva; tutte le volte fu evidente quanto, per lui, fosse indispensabile esprimere liberamente se stesso attraverso quello che faceva.

In virtù di questo, ai miei occhi, Pasquale era una persona di successo.

Un successo che va oltre il denaro… un successo figlio di quella condizione nella quale puoi  esprimere liberamente  la tua unicità e rendere unico quello che fai.

Perciò, in una frase…

per me il successo è esprimere liberamente chi sono e lasciare un’impronta di chi sono in quello che faccio.

SPORT: Ale cosa ne pensi della danza classica?

Per rispondere a questa domanda devo parlarti di tonni.

Si si… hai capito bene… di tonni.

Tempo fa un mio amico mi manda un video. 

Un video nel quale c’era un tizio… davanti a questo tizio c’era un tavolo… sul tavolo un enorme pezzo di pesce, un enorme tonno ovviamente già passato a miglior vita.

Ad un certo punto il tizio in questione apre una custodia che contiene diversi coltelli… brandisce uno dei coltelli e comincia a tagliare il tonno.

PAZZESCO!

Pazzesco perché non lo taglia in maniera “normale”. 

Mentre lo taglia sembra quasi che stia praticando un’arte marziale. 

Si intuisce che i movimenti tanto coreografici quanto millimetrici non sono per nulla casuali e più il video va avanti più capisco chiaramente che quell’uomo non sta semplicemente tagliando un tonno.

Quell’uomo sta facendo molto di più! 

Ai miei occhi quel gesto (tagliare il tonno) diventa qualcosa che permette a quell’uomo di esprimersi e di dare una connotazione profondamente artistica ad un gesto apparentemente banale.

Quel video innescò un trip nel mio cervello.

Un trip in virtù del quale, per un periodo di tempo piuttosto consistente, mi sono “rovinato” di video di gente che, con la stessa intenzione artistica, taglia tonni; video su video di qualcosa (il taglio del tonno) che francamente fino a quel momento non conoscevo, ma che da quel momento ho cominciato a guardare con stupore ed interesse.

Probabilmente ti stai chiedendo cosa stra cacchio centra tutto questo discorso riguardo il taglio del tonno con la danza.

Beh, centra perché la questione è che sono maledettamente attratto da tutte quelle situazioni nelle quali un individuo può esprimere liberamente se stesso e grazie a questo conferire una nota tanto unica quanto artistica a quello che fa.

Il fatto che io abbia perso il cervello su dei video nei quali c’è un tizio che taglia un tonno è una dimostrazione piuttosto palese di tutto questo.

Perciò, pur non conoscendo la danza classica non posso fare altro che reputarla una straordinaria forma d’arte nonché una meravigliosa forma di libera espressione dell’individuo.

Detto ciò… non mostrarmi nessun video in merito perché potrei rimanerci sotto.

-SOLDI: Ale quanto sono importanti per te i soldi.

Diciamo che ho diverse passioni e che è anche grazie al fatto che posso dare sfogo a queste passioni che posso considerarmi una persona felice.

Alcune di queste passioni sono decisamente economiche. Altre no!

Prendiamo ad esempio la mia più grande passione NON economica: la moto.

Andare in moto mi piace per molti motivi. 

Uno di questi è che attraverso la guida posso esprimermi liberamente e dare una connotazione unica e molto personale a quello che sto facendo (guidare una moto).

In virtù di questo non vedo i soldi solo come qualcosa che mi permette di acquistare cose. Vedo i soldi anche come qualcosa che mi permette di esprimere me stesso attraverso quello che più mi piace fare e che senza i soldi non poteri fare.

Certo troverei il modo di essere felice anche senza poter dare sfogo alla mia passione per la moto. Detto ciò, preferisco farlo.

Perciò per quanto possa sembrare banale…

per me i soldi sono importanti, ma non sono tutto.

SOCIETA’: Ale cosa ne pensi della società nella quale viviamo.

Penso che la società nella quale viviamo ha molti aspetti positivi e molti aspetti negativi.

Trovo che il più negativo sia vedere la diversità come un problema. 

Ovviamente non è sempre così, ma molto spesso è esattamente cosi e il vero problema è proprio questo.

Il problema è vedere la diversità come un problema.

Un problema che, dal mio punto di vista ha delle conseguenze drammatiche in quanto conduce all’appiattimento del pensiero;  quando invece dalla diversità può nascere qualcosa di straordinario. 

Questo perché, secondo la mia esperienza, è proprio quando entri in contatto con la diversità e riesci a prendere il meglio da essa che puoi diventare migliore di quello che sei.

Per arrivare a vedere la diversità come un valore aggiunto occorre riflettere su quanto l’unicità di ogni persona possa essere un “patrimonio” per tutti gli altri. 

Proprio in questo senso la libertà di espressione e la conseguente possibilità di esprimere se stessi in quello che si fa è molto importante.

Quindi che dire… 

La società potrebbe sicuramente essere migliore e credo che il presupposto ideale per innescare questo miglioramento passi per la libertà di espressione a patto che questa conduca alla migliore espressione dell’individuo.

Come vedi grazie ad un solo argomento (la libertà di espressione) e ha un’idea chiara e definita riguardo ad esso sono riuscito a dire la mia, in una maniera per nulla banale, su ognuno dei cinque argomenti.

Ora…

immagina di essere ad una cena. 

C’è gente che conosci e gente che non conosci.

Ad un certo punto si comincia a parlare di sport e non si sa bene come si finisce a parlare di danza classica.

Fatto sta che di punto in bianco una bella gnocca o un bel gnocco (scegli quello che più ti aggrada) si rivolge a te e ti chiede:

A te piace la danza classica?

Ti assicuro che le probabilità di un trasgressivo rapporto sessuale nei bagni del ristorante, aumenteranno in maniera esponenziale se la risposta che darai sarà una risposta con i contro ciuffoli.

Stessa cosa se sei a una cena di lavoro, stessa cosa se ti capita di essere intervistato/a, stessa cosa se sei in salone, stessa cosa se… 

Quando parlo di “stessa cosa” non mi riferisco al fatto che grazie ad una risposta con i contro ciuffoli riuscirai a vivere trasgressive esperienze sessuali come se piovesse.

Quando parlo di “stessa cosa” mi riferisco alla componente fondamentale grazie alla quale puoi generare un effetto wow sulle persone che ti circondano a prescindere dalla situazione nella quale ti trovi.

Che te lo dico a fare?

Ma che te lo dico a fare!

Va beh, te lo dico.

La componente fondamentale ha un nome

… il nome è STILE.

E IL MODO CON IL QUALE COMUNICHI È UN ASPETTO DANNATAMENTE IMPORTANTE DEL TUO STILE.

Un aspetto in grado di caratterizzarlo in modo profondo. 

Un aspetto FONDAMENTALE nel meccanismo che consente di generare un effetto wow sulle persone; compresa quella clientela ideale che ogni Imprenditore della Bellezza deve meritasi. 

Detto tutto questo… tiriamo le somme.

Per generare un effetto wow sulle persone il tuo stile è determinante e il modo nel quale comunichi è un aspetto fondamentale del tuo stile. 

Un aspetto in grado di fare una enorme differenza a patto che sia efficace. 

Ergo… 

DEVI IMPARARE A RENDERE EFFICACE IL TUO MODO DI COMUNICARE. 

Per farlo occorre lavorare sul cosa e sul come.

Il cosa è l’argomento del quale parli e la conoscenza dell’argomento, come abbiamo visto, aiuta tantissimo arrivando addirittura a permetterti di dare risposte riguardo a tematiche differenti.

Proprio in questo senso ti ho fornito uno spunto interessante grazie al quale puoi iniziare a lavorare sul cosa in modo efficace.

A questo proposito quello che ti consiglio è questo…

hai presente i 5 argomenti?

-se stessi

-successo

-sport

-soldi

-società

Ecco, immagina che qualcuno ti interpelli riguardo ad ognuno di questi 5 argomenti e impegnati per dare la migliore risposta possibile perché è anche grazie ad una risposta efficace che puoi farti apprezzare e scegliere dalla tua clientela ideale… 

e fare sesso trasgressivo nei bagni dei ristoranti.

Ci si becca…

🤘🏻🤘🏼🤘🏿

Condividi il post

Vuoi portare te e il tuo salone al successo?

DEVI COMUNICARE IN MODO EFFICACE!

Scopri GRATIS lo schema infallibile per creare video con i controcogl***i

Copyright © – Privacy PolicyCookie Policy – P.IVA 03837890049 – Design Progetti Parrucchieri

Grazie per esserti iscritto al webinar

COMUNICARE CON STILE

Tra qualche minuto ti arriverà una mail da parte di PROTAGO con i dettagli per partecipare all’incontro. 

ATTENZIONE: controlla anche nella cartella Spam